Perché i bancali in legno si meritano un “Pallet Day”

Perché i bancali in legno si meritano un “Pallet Day”

Postato da: Ribo Pallets
Categoria: Articoli

La ricerca “Un mondo senza pallet… è sostenibile?” mette in evidenza quella che è stata la rivoluzione portata da questi supporti dalla metà del ‘900 a oggi.

Oltre la percezione che deriva dall’esperienza di chi ci lavora ogni giorno, servivano dei numeri per far capire al pubblico di massa l’importanza dei pallet di legno nel mondo di oggi, nella logistica e nel mercato del largo consumo. L’uso di questi supporti in legno ha portato enormi vantaggi per le aziende ma anche per il consumatore finale, perché abbassare i costi per il trasporto e la gestione delle merci vuol dire anche pagare meno i prodotti in negozio.

EPAL Italia e i ricercatori della LIUC Università Cattaneo ha parlato di tutto questo processo nello studio ‘Un mondo senza pallet… è sostenibile?’, presentato nel primo ‘Pallet Day’ andato in scena a Rimini, lo scorso 8 ottobre, nel corso di Ecomondo, la fiera dedicata all’economia sostenibile.

> Dove trovare pallet di legno nuovi e usati in provincia di Varese.

Un mondo senza pallet: cosa dice lo studio sui bancali in legno

Possiamo immaginare uno scenario di un mondo in cui la logistica possa fare a meno dei pallet? La ricerca della LIUC mette in evidenza i costi che le aziende dovrebbero affrontare per movimentare, trasportare e stoccare le merci se non esistesse questo prezioso supporto. L’importanza dei pallet EPAL oggi? solo il settore dei beni di largo consumo annualmente ne utilizza più di 60 milioni.

Le aziende spenderebbero molto di più

La ricerca dimostra che le imprese del settore del largo consumo risparmiano ogni anno oltre 1,8 miliardi di euro grazie ai pallet di legno. Una cifra ancora più significativa se si pensa che, a fronte di un investimento di 12,50 euro (9 per l’acquisto e 3,50 per la riparazione) si evitano oltre 1200 euro di costi logistici, una somma 100 volte superiore rispetto alla spesa sostenuta. Se si pensa a tutti i flussi che in Italia viaggiano su pallet EPAL, secondo questi calcoli il beneficio complessivo per l’economia nazionale ammonta ad oltre 2,5 miliardi di euro l’anno.

Spenderemmo molto più tempo

Con l’utilizzo dei pallet, sono molto più semplici le operazioni di carico e scarico dai mezzi di trasporto, un’attività che comporta un consistente impiego di tempo e risorse all’interno dei magazzini.

Oggi è possibile trasportare più colli contemporaneamente tramite transpallet o carrelli elevatori, riducendo sensibilmente il tempo medio di carico e scarico dei mezzi.

Nello studio è stato calcolato che per caricare 1320 colli stoccati su 33 pallet, un carrellista (quindi va considerato anche l’apporto dato da transpallet e carrelli elevatori) impiega circa 40 minuti, mentre se l’attività fosse svolta manualmente sarebbero necessarie poco più di 8 ore. Considerando che ogni anno nella filiera del largo consumo viaggiano circa 3,2 miliardi di colli, se non esistessero i pallet per movimentarli sarebbero necessarie 60 milioni di ore, 12 volte in più rispetto a un mondo con i pallet.

Il risultato è un significativo aumento di produttività e un risparmio pari a 1,45 miliardi di euro.

Ci sarebbero molti più infortuni

Prima dell’introduzione del pallet, gli operatori facevano questa attività “collo a collo”, uno alla volta. Un lavoro molto faticoso usurante, che costringeva a fare molte pause e che, in molti casi, si traduceva in infortuni o malattie professionali. Dall’avvento dei pallet, invece, l’incidenza di infortuni e malattie è crollata del 18%.

Avremmo molte più merci danneggiate

Un problema ricorrente per le aziende è quello dei resi a causa di merci danneggiate durante il trasporto. Dalla ricerca svolta dalla LIUC Università Cattaneo risulta che ad ogni ciclo di consegna circa lo 0,1% della merce viene respinta al mittente a causa della sua mancata integrità.

Grazie all’uso dei pallet, l’incidenza dei fenomeni che causano danni alla merce è di 5 volte inferiore, un contributo che consente di salvare circa 500 milioni di euro.

Spenderemmo di più anche per lo spazio di stoccaggio

L’uso dei pallet permette anche di utilizzare un minor spazio di stoccaggio, abbattendo così i costi. Questo è possibile perché con i pallet è possibile conservare la merce su più livelli, così da immagazzinare su aree ridotte un gran numero di unità di carico sfruttando al massimo l’altezza senza rinunciare alla stabilità.

A parità di superficie, usando i pallet è possibile stoccare ben 35 colli in più. Il migliore sfruttamento dell’area di stoccaggio significa anche minor costo di affitto dei magazzini, con un conseguente risparmio per le aziende della filiera del largo consumo di circa 120 milioni di euro.

Senza EPAL, l’interscambio sarebbe più difficile e costoso.

Il pallet EPAL si distingue il per la maggiore altezza dei blocchetti e larghezza delle assi, due elementi che garantiscono un piano di appoggio più saldo e in grado di movimentare carichi pari a 1500 kg, circa il doppio rispetto ad altri supporti in legno.

La sua esclusiva peculiarità è la possibilità di interscambiarli con pallet della medesima qualità, secondo le raccomandazioni di GS1 Italy. Questo comporta una riduzione delle dimensioni del parco pallet necessario è una drastica diminuzione dei viaggi dedicati esclusivamente al recupero dei supporti, con un importante abbattimento delle emissioni di anidride carbonica.

Significativo anche il contenimento delle spese: l’esclusivo ricorso a pallet a perdere comporterebbe, per la sola filiera del largo consumo, un extra costo annuale stimato tra i 35 e i 76 milioni di euro. A questo si può aggiunge che ogni pallet di legno EPAL è in grado assorbire quasi 20 kg di CO2, contribuendo alla salute dell’ambiente.

Con i pallet è un mondo migliore

Vantaggi di natura economica, evidenti benefici sulla salute e sul benessere degli operatori di magazzino, salute dell’ambiente. Quella portata dai pallet di legno è stata ed è ancora una rivoluzione virtuosa, come spiega Davide Dellavalle, Coordinatore del comitato tecnico EPAL Italia:

“Il pallet ha rivoluzionato il modo di fare logistica e al giorno d’oggi risulterebbe impossibile farne a meno. È inestimabile il contributo per l’ambiente e per l’economia internazionale apportato dai pallet EPAL. Possiamo dire che se il mondo è un po’ più sostenibile e virtuoso è, indubbiamente, anche merito dei pallet”.

Non c’è dubbio, questi bancali di legno si meritano un “Pallet Day”.

> Dove trovare pallet di legno EPAL in provincia di Varese.

Fonti:

Comunicato stampa Conlegno/EPAL sulla ricerca condotta dall’università LIUC
Tecnelab – Pallet Day
Ecomondo

Lascia un commento